Chi siamo

La Compagnia della Rosa e della Spada nasce dalla passione dei suoi membri per la storia, medievale e rinascimentale.

La nostra è un’associazione formata da persone come tante, accomunate dalla passione per la storia, a prescindere dall’aspetto schermistico-marziale. Infatti, oltre allo studio dell’Arte della Scherma, nostro obiettivo è avvicinare il pubblico al patrimonio storico-culturale della nostra terra attraverso la rievocazione storica. Cerchiamo infatti di portare il visitatore 'nella storia', ponendolo a diretto contatto con i nostri figuranti e le nostre attrezzature, al fine di farlo sentire parte della rappresentazione messa in atto. Abbiamo ormai all’attivo oltre 200 manifestazioni, tra quelle svoltesi in Italia e quelle cui abbiamo preso parte all’estero, come ad esempio nell’isola di Rodi e a Bellinzona. A Napoli, inoltre, in collaborazione con altre associazioni, abbiamo realizzato il più grande scontro in armatura del Mezzogiorno, cui hanno partecipato oltre 150 armati provenienti da tutta Italia.  

Alla base delle nostre attivita' c’è la ricerca attraverso documenti, testi e fonti iconografiche relative al periodo storico da noi preso in esame (secoli XI-XV). In virtù di tali studi, siamo stati in grado di ricreare abbigliamenti ed equipaggiamenti del tempo. Tutti gli oggetti da noi ricostruiti, che si tratti di un elmo o di una lanterna, sono realmente utilizzati e messi alla prova durante i nostri eventi, sia per testarne l’efficacia, sia per proporre al pubblico una valida dimostrazione del funzionamento di tali suppellettili. I nostri studi sono coordinati dal dott. Marco De Filippo, dottore di ricerca in storia medievale presso l’Universita' degli studi 'Federico II' di Napoli. Abbiamo quindi approntato specifiche attivita' di tipo museale, con la realizzazione della relativa cartellonistica e degli espositori in legno e ferro per le attrezzature ricostruite (elmi, armature, armi, strumenti chirurgici, strumenti per la vita da campo ecc.). I nostri allestimenti sono gia' stati apprezzati in diversi castelli italiani, come ad esempio Castel Sant’Elmo e Castel Nuovo a Napoli, Castello Lancellotti di Lauro, Casertavecchia, Brescia, Bellinzona (Svizzera) e Rodi (Grecia). Inoltre, data la precisione nella ricerca storica e nelle ricostruzioni, la nostra Associazione è stata convocata ed ha partecipato alle riprese di History Channel, canale dedicato alla storia, del gruppo FOX, visibile su SKY.  


 

Le nostre ricostruzioni

Da alcuni anni ci occupiamo del medioevo campano. Ci siamo particolarmente interessati al periodo della conquista normanna (XI sec.), all’epoca di Federico II (prima metà del XIII sec.) e, da qualche anno, alla fine del ‘400. Per quanto riguarda il periodo aragonese, infatti, ci siamo concentrati sul regno di Ferrante d’Aragona (1458-1494).

 

Normanni

Per quanto riguarda il drappello di guerrieri normanni ci siamo basati sulle fonti nord europee e su quelle del sud Italia, contaminate con elementi di cultura arabo-bizantina e longobarda. Abbiamo inserito anche personaggi provenienti dalle aree del Mezzogiorno ancora sottoposte alla dominazione musulmana e dell’Impero d’Oriente. Le nostre ricostruzioni ci hanno permesso di partecipare ad un programma su History Channel, noto canale tematico satellitare.

 

Ospedalieri

Per la prima metà del XIII secolo ci siamo specializzati nella ricostruzione di una conrois di cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme, comunemente conosciuti come Ospedalieri, e del loro seguito di cavalieri laici (donati), turcopoli, mercenari e servi. Grazie a diverse fonti iconografiche, alla Regola e agli Statuti dell’Ordine, abbiamo ricreato gli abiti degli Ospedalieri. Con l’aiuto di numerosi artigiani europei abbiamo realizzato le armi, gli usberghi, gli scudi, gli elmi, l’accampamento e l’ospedale da campo.

 

Aragonesi e angioini

Lo studio del XV secolo ci vede impegnati nella ricostruzione di uomini d’arme al servizio di Ferrante I, tenendo conto dell’apporto militare iberico alla forte tradizione marziale italiana, conseguenza della conquista di Alfonso d’Aragona, padre di Ferrante.

"La nostra Compagnia ha ormai una lunga esperienza, avendo organizzato e/o partecipato a più di 100 manifestazioni, tra battaglie, assedi, tornei, stage di scherma storica ecc. Abbiamo partecipato a manifestazioni in quasi tutte le regioni italiane e ad importanti eventi all'estero, come ad esempio a Bellinzona (Svizzera) e a Rodi (Grecia)".

 

Per informazioni generali, allenamenti o ingaggi: info@rosaespada.it